5 motivi per guardare drama coreani

Sullo stampo delle rubriche e dei tag “5 cose che…”, ho pensato fosse carino riassumere così la mia esperienza coi drama coreani, di cui purtroppo non sono ancora riuscita a parlarvi come si deve, anche se ormai sono mesi che sto in fissa.
Mi è piaciuto un sacco scrivere questo post e spero che possa piacere anche a voi :3
Un’ultima cosa: lo dedico ad Angharad, la mia Unni, ma anche ad Alaisse e Amaranth del blog La Bella e il Cavaliere, e Purin de Il sospiro del Muflone. Con loro ho commentato l’ultimo drama che ho visto… ragazze, mi avete ispirata!

1. La mia parte più frivola ha preso il sopravvento, quindi comincio subito con loro:

I FIGHI COREANI. 

Davvero ne dobbiamo parlare? Io lascerei spazio più alle foto che alle parole, ma rischierei di riportarvi tutta la mia galleria Pinterest.
Non solo ho un debole per gli irlandesi, i tipi un po’ vichinghi, ma anche per gli asiatici. Pensate che queste cose siano inconciliabili? Sinceramente anche io, ma alla fine questo amplia i miei orizzonti e quindi ho più scelta ✌
Che ve devo di’? Di solito reagisco come una dodicenne in preda agli ormoni, ma capitemi! Oltre a essere dei bei ragazzi, alcuni sono dei patati teneroni… non si può resistere! 

La mia prima big crush l’ho avuta con Park Bo Gum in Love in the Moonlight: principe ereditario, giovane ma astuto, che cerca di sventare intrighi politici di corte. E’ un po’ una faccia da schiaffi, ma è un vero gentiluomo e un guerriero mica male! Guardate come sorride! Non è adorabile? *^*

La seconda big crush è per Nam Joo-hyuk conosciuto in Weightlifting fairy Kim Bok Joo, dove interpreta un ragazzo che frequenta una scuola per atleti, e secondo voi che sport può fare uno conciato così? Ci sono un sacco di scene fanservice e noi ce le siamo prese tutte molto volentieri XD
Comunque per lui c’è solo una cosa da dire: è la tenerezza fatta persona! E’ un amico leale e disponibile, ma non è per niente bravo a consolare, a volte farebbe meglio a stare zitto, tanto la sua sola presenza fa già metà del lavoro! 

2. Una delle cose che mi piace di più dei drama è venire a contatto con una cultura diversa dalla nostra. Siamo abituati a vedere film, serie tv e programmi anche di paesi diversi dal nostro, ma che comunque sono più vicini alla nostra visione del mondo. Guardando i drama è bello venire a conoscenza del loro stile di vita, delle loro credenze, della loro storia, se guardate drama storici.

3. Il terzo punto voglio dedicarlo agli attori e alla recitazione. Alcuni ritengono che gli asiatici non siano capaci a recitare. Da ignorante dico che non capiscono niente ci sono attori bravi e meno bravi, come quelli di qualsiasi altra nazionalità. Si tratta di due tipi di recitazione diverse, probabilmente. Ho notato che i coreani giocano molto sui silenzi, sugli sguardi, puntano sulle espressioni facciali e danno anche intonazioni particolari per enfatizzare stati d’animo. Ammetto che all’inizio mi veniva da sorridere vedendo/sentendo certe cose, ma poi sono entrata nell’ottica e ci ho fatto l’abitudine. E’ questo il punto: è un modo diverso di fare televisione e sinceramente non mi dispiace.
Poi alcuni attori sono davvero molto bravi a piangere (e a far piangere). Ora, io non so se si strofinino le cipolle sugli occhi prima di andare in scena, ma nel caso qualcuno dia loro una medaglia per il coraggio, oppure veramente chapeau, per un attimo mi fanno dimenticare di trovarmi davanti a una finzione. E comincio a piangere pure io.

4. Le canzoni, non sono da sottovalutare! Anche qui, io passo dalla musica folk e tradizionale irlandese ad alcune canzoni kpop, anche nella stessa playlist XD
Alcune sono veramente belle, ma poi ne ho scoperte alcune capaci di rilassarmi completamente oppure di darmi la giusta carica o una botta di positività che non fa mai male! Guardando drama probabilmente guadagnerete vistose occhiaie per le poche ore di sonno, ma guardiamo il lato positivo, smetterete di fare incubi!  Ho provato per alcune sere ad ascoltarle prima di andare a dormire, risultato garantito, dormirete come pascià!

5. Questo potrà sembrarvi strano, ma il quinto motivo è il cibo. Ebbene sì, in ogni drama che si rispetti c’è almeno una scena dove fanno vedere dei banchetti luculliani niente male che fanno venire una voglia matta di mangiare. Non c’è niente di bello, direte voi, e così pensavo io, ma quando li vedi mangiare con tanto gusto riscopri il piacere del cibo! E poi mi incuriosiscono, vorrei provare la cucina coreana! Per esempio: il riso fritto, lo voglioooo *w* Anche questo è indice di apertura, questa volta verso la cultura culinaria di altri paesi. 



Dai dai che vi ho convinti a guardarli anche voi! XD