Regali librosi! ^^

Buongiorno ragazzi! ^^
Dopo un’estenuante lotta contro la macchina fotografica e il pc sono riuscita a caricare le foto che trovate qui sotto.. che faticaccia, ogni volta un intoppo! Ma.. tralasciamo le mie solite lamentele!

Questi sono i quattro libri che ho ricevuto quest’anno a Natale, come avrete capito. In realtà non pensavo di riceverne e così non ho nemmeno fatto lo sforzo di chiedere ai miei genitori o a qualcun altro della famiglia di regalarmene uno.. infatti, a parte mia sorella, nessuno ha molta voglia di farmeli. Capisco che regalare un libro può essere difficile o che non si possa sempre puntare sulle solite cose, ma purtroppo non mi piace molto altro e tra quelle poche cose che vorrei i libri sono l’unica cosa che reputo veramente necessaria!
Speravo comunque di riceverne almeno uno da mia sorella, ma neanche tanto alla fine. E invece ne ho ricevuti tre da lei e uno dal suo ragazzo *w*
Che piacevole sorpresina!!! ^w^
E adesso, per chi non li conoscesse, eccone i dettagli!

The Familiars, di Andrew Jacobson e Adam Jay Epstein

Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Ma Aldwyn non sa nulla di magia: lui sa solo rubare il pesce, dormire sui tetti e fuggire da cani e pescivendoli infuriati. Eppure, tra tanti altri animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche Marianne e Dalton, con i loro famigli: una rana pasticciona, Gilbert, che dovrebbe avere la capacità di predire il futuro ma in realtà pensa solo a catturare mosche, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Ma il mago non avrà il tempo di insegnare ai suoi allievi tutto ciò che sa. Tre stelle che danzano in cielo annunciano infatti che un’antica profezia sta per compiersi. Tutta Vastia è in pericolo e solo tre giovani eroi potranno salvarla. E quando i maghi verranno rapiti, toccherà ai tre famigli partire per un’incredibile avventura, affrontando orrobestie furiose, streghe cannibali, occhi volanti e tutti i pericoli che la magia nera può scagliare sul loro cammino…

Il ciclio di Belgariad. Il segno della profezia e La regina della stregoneria, di David Eddings

Nella notte dei tempi il Dio Aldur rubò una pietra alle stelle e ne fece un gioiello prezioso, il Globo. Il potere del gioiello era grande e l’avido Dio Torak lo volle per sé perché attraverso di esso avrebbe avuto il dominio sull’occidente. Ma quando tese la mano per toccarlo, il Globo lo divorò con le sue fiamme. Ora Torak giace nel sonno senza fine della sofferenza e la pietra del potere non è più in suo possesso. Ma Zedar l’Apostata, discepolo prediletto, prepara il suo ritorno. Le sue trame segrete si intrecciano come i fili di una ragnatela e il giovane Garion, la cui vita trascorre serena in una fattoria dell’ovest, scoprirà il peso del proprio destino. Il libro contiene i romanzi: Il segno della profezia; La regina della stregoneria.

Il Gatto con gli stivali e tante altre storie di gatti

«Chi possiede una natura raffinata e delicata può comprendere un gatto. Le donne, i poeti e gli artisti lo tengono in grande considerazione, perché comprendono la squisita delicatezza del suo sistema nervoso; in realtà, solo chi è rozzo non riesce a capire la naturale distinzione di questo animale», scriveva nell’Ottocento il romanziere francese Champfleury. Chiunque abbia avuto il piacere di godere dell’amicizia di questo felino non può che essere d’accordo. Fin dai tempi più antichi il gatto ha infatti condiviso la sua vita con l’uomo, dando al rapporto un’impronta particolare, fatta di tenera seduzione (cosa c’è di più irresistibile delle sue fusa?), indipendenza ostentata, affetto e insieme distacco. E una buona dose di intelligenza e furbizia, come testimonia la favola più conosciuta che lo vede protagonista, quella del Gatto con gli stivali. Spesso la sua innata eleganza e quel senso di superiorità e mistero che gli brilla nello sguardo ne hanno fatto un animale sacro o diabolico, a seconda delle epoche e dei Paesi. Questo libro raccoglie, insieme alla fiaba di Perrault, un gran numero di racconti, poesie e brani di romanzi dedicati ai gatti da parte dei più grandi scrittori di tutti i tempi. 

Jonathan Strange e il Signor Norrel, di Susanna Clarke.

All’inizio dell’Ottocento, della magia inglese rimangono quasi solo leggende come quella di Re Corvo, il grande mago capace di fondere la sapienza delle fate con la ragione umana. Ma dalle regioni del Nord un tempo visitate da elfi e folletti appare il signor Norrell, capace di far parlare le statue della cattedrale di York: la notizia sembra segnare il ritorno della magia inInghilterra, e Norrell si trasferisce a Londra per offrire i suoi servizi magici al governo, impegnato nella guerra contro Napoleone. Ma una profezia parla di due maghi che faranno rinascere la magia inglese. Uno dei due maghi è Norrell. E l’altro chi è? 

Chissà che uno di questi non capiti nella vostra wishlist! A me non sembrano niente male 😉
E voi? Cos’avete ricevuto? ^^

Yvaine

Nasolungo e la principessa

Ma che dolce risveglio questa mattina, miei cari lettori! ^^
Mentre facevo colazione su Italia Uno stavano facendo questo carinissimo cartone animato! *w* Purtroppo l’ho visto solo da metà, quindi non saprei scrivervi bene la trama da me e sono costretta a copiarla, eccola qui:

Jacob, un ragazzo buono e gentile, rifiuta di aiutare una strega cattiva. La vecchia megera, arrabbiata, pratica un sortilegio contro di lui: ruba sette anni della sua vita e lo trasforma in un nano dal naso lungo. Reso irriconoscibile e spaventoso, Jacob viene maltrattato dai suoi concittadini tanto da essere costretto alla fuga. Un giorno, Jacob salva la vita di un’oca che si rivela essere la principessa Greta, figlia del re, anche lei sotto l’effetto di un incantesimo. Insieme, i due ragazzi proveranno a liberarsi dai rispettivi sortilegi e a sventare i piani della strega per conquistare il potere del regno…

Commento

Se devo essere sincera, all’inizio non avevo molta voglia di guardarlo, mi sembrava la brutta copia del Gobbo di Notre Dame, ma ho dovurto ricredermi. La storia non è niente male e i disegni li ho trovati molto carini e ben fatti, anche se il naso del povero Jacob aveva davvero dimensioni spropositate… sembra una pagnotta! >.>
Proprio un bel cartone con cui cominciare la giornata o trascorrere una dolce e fiabesca serata! ^^

Per il trailer, scusate ma l’ho trovato solo in inglese!

 Buona visione!! ^^
Voto: ****

Buon Compleanno Blog!!

In un grigio e noioso pomeriggio di dicembre, per la precisione il 24 dell’anno scorso, mi misi al computer e cominciai a scrivere il primo post di questo blog un po’ per curiosità e un po’ per noia. Non avevo idea però che avrei continuato per così tanto tempo.. pensavo che fosse solo una voglia momentanea e che poi l’entusiasmo sarebbe svanito all’improvviso così come era venuto.
E invece con i miei alti e bassi, con i miei periodi di assenza a causa di impegni, ho continuato a pubblicare post, sperando sempre di non essere tediosa.. Chiedo perdono se lo sono stata.
Non mi resta altro che fare tanti auguri al mio carissimo blog! ^^

Pensavate che mi fossi dimenticata del regalo eh? u.u
E invece no! E’ da un po’ che ci sto pensando e ho trovato la soluzione! Ben presto arriverà una nuova rubrica! Avrei voluto pubblicarla oggi, ma essendo in periodo di feste non penso qualcuno trovi il tempo di passare di qui.. dunque: non mi sono dimenticata la sorpresina, l’ho solo rimandata! 😉

A presto ragazzi, ancora taaaanti auguri di buon Natale! ^^

Un bacio e un abbraccio da

Yvaine

Speciale Natale- Calendario dell’Avvento 24 dicembre

Ed ecco che è arrivato il giorno tanto atteso, mancano solo poche ore all’inizio dei festeggiamenti!
Con questo Speciale io, Rowan, Angelica, Sophie, Stefi e Kedi vi abbiamo tenuto compagnia dal primo giorno di dicembre fino ad oggi e con voi ci siamo inoltrate nello spirito natalizio che, devo dire, ha contagiato anche me! Abbiamo deciso di concludere questa esperienza condividendo con voi le foto dei nostri alberi di Natale! ^^
Ma prima di lasciarvi scorrere la pagina vorrei dire ancora qualcosa..
Voglio ringraziare tutte le blogger che hanno partecipato con me a questo Speciale e soprattutto ad Angelica e Rowan che mi hanno contattata! 🙂
Ovviamente poi un ringraziamento va anche a tutti voi che avete seguito questo Calendario dell’Avvento! ^^
E poi.. beh, lasciate che ne approfitti per augurarvi

BUON NATALE!!! 
L’albero di Angelica

L’albero di Stefi

L’albero di Rowan

L’albero di Sophie

L’albero di Kedi

E infine il mio 

Ancora tanti auguri a tutti voi dalla vostra

Yvaine

Speciale Natale – Calendario dell’Avvento 23 dicembre

Ed eccoci qui, buon pomeriggio a tutti! Si può dire che finalmente il Natale sia arrivato! =)
E anche la nostra avventura purtroppo si sta per concludere :,(
Qualcuno di voi che ci segue fin dall’inizio noterà forse qualcosa di strano. Infatti quest’oggi non è il mio turno di pubblicazione, ma di Sophie che però mi ha gentilmente concesso di pubblicare lo Speciale Natale insieme a lei (qui trovate il suo post di oggi!)
So che i miei post non sono stati un granché, spero di riuscire a farmi perdonare! Ma prima ricordiamo gli altri blog che hanno partecipato a questa iniziativa!

Rowan gestisce il blog Ombre Angeliche
Angelica gestisce il blog Angelica’s World
Kedi gestisce il blog Emozioni in Bianco e Nero
Sophie gestisce il blog Libri da favola
Stefi gestisce il blog Il giardino delle rose
E infine io.
 
Gironzolando sul web ho trovato delle leggende di Natale.. mi sembrava un argomento curioso e carino da trattare ^^ Ditemi cosa ne pensate!

Le palline di Natale
Vi siete mai chiesti perchè gli addobbi più classici per l’albero di Natale sono le palline? Sembra un po’ sciocco chiederselo, perchè dovrebbe esserci un motivo particolare? E invece questa leggenda ce lo spiega proprio. 
Per la nascita di Gesù anche un povero artista di strada voleva recarsi dal neonato per portargli un dono, ma non possedendo del denaro per acquistare un regalo andò da Gesù e fece ciò che sapeva fare meglio, il giocoliere, facendo ridere il bambino.
Così, addobbando il nostro albero, ricordiamo le risate gioiose di Gesù.

Gli animali
Una leggenda dice che nella notte tra il 24 e il 25 dicembre gli animali, specialmente quelli che si trovano nelle stalle, acquisiscano il dono della parola. Così buoi, cavalli, mucche, maiali e polli cominciano a conversare e a scambiarsi segreti che rigurdano in particolar modo i loro pradroni. Non bisogna però tentare di ascoltarli perchè la leggenda racconta anche che così facendo l’uomo attira su di sé sfortuna, la ciecità o addirittura la morte!

 Il presepe
Il primo presepe fu realizzato nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Roma. Questa iniziativa ebbe talmente tanto successo che si diffuse anche nelle altre chiese e divenne un’usanza. Ogni chiesa realizzava un presepe particolare ed unico, spesso ornato con oro, argento, gioielli e pietre preziose. Tutta questa opulenza però non rispecchiava affatto il significato della nascita di Gesù. Fu San Francesco nel 1224 a creare la riproduzione più fedele alla Bibbia, fatto con figure intagliate, paglia e animali veri.

 Il bastoncino di zucchero

Il bastoncino di zucchero è stato a lungo un simbolo del Natale, con il suo gusto di menta
Perché i bastoncini di zucchero sono bianchi a strisce rosse? La tradizione vuole che fossero inventati da un dolciaio che aveva intenzione di creare un dolce che ricordasse Gesù alle persone. Ecco cosa rappresenta il bastoncino di zucchero:
E’ fatto di caramello solido perché Gesù è la solida roccia su cui sono costruite le nostre vite (Matt 16:18) (1Thess 5:24). 
Al caramello diede la forma di una “J” per Jesus (Gesù in inglese) (Atti 4:12), mentre per altri è la forma di un bastone da pastore, perché Gesù è il nostro pastore (Giovanni 10:11). 
I colori sono stati scelti anche per rappresentare l’importanza di Gesù: il bianco per la purezza e l’assenza di peccato in Gesù (Heb 4:15) , e la larga striscia rossa rappresenta il sangue di Cristo versato per i peccati del mondo (Giovanni 19:34-35). Le tre strisce rosse sottili rappresentano le strisce lasciate dalle frustate del soldato romano (Isaia 53:5).
Il sapore del bastoncino è di menta piperita che è simile all’issopo, pianta aromatica della famiglia della menta usato nel Vecchio Testamento per purificare e sacrificare. Gesù è il puro agnello di Dio venuto a sacrificarsi per i peccati del mondo.

Il pettirosso

Un piccolo uccellino marrone divideva la stalla a Betlemme con la Sacra famiglia. 
La notte, mentre la famiglia dormiva, notò che il fuoco si stava spegnendo. 
Così volò giù verso le braci e tenne il fuoco vivo con il movimento delle ali per tutta la notte, per tenere al caldo Gesù bambino. Al mattino, era stato premiato con un bel petto rosso brillante come simbolo del suo amore per il neonato re.

Leggende di Natale nel mondo: Germania

In Germania i festeggiamenti di Natale iniziano presto, ovvero l’11 novembre, giorno di San Martino. E’ tradizione costruire per quel giorno delle lanterne, che i bambini porteranno in processione, oppure verranno messe nei cimiteri, e che servono ad illuminare la strada al santo.
Durante il periodo dell’Avvento i bambini hanno nelle loro camerette dei calendari con 24 finestrelle. Ogni giorno aprono una finestrella e promettono di compiere una buona azione nella giornata.
Il 6 dicembre poi arriva San Nicola a portare dolci, cioccolato e dolci speziati come i Lebkuchen o i Christollen.
La notte del 24 infine arriva Gesù Bambino (o Babbo Natale) a portare i tanto attesi doni. Le case sono addobbate a festa con ghirlande e candele, è usanza fare pasti ricchi e bere vino speziato.
A Rothenburg ob der Tauber, un piccolo paesino tedesco c’è un museo dedicato al Natale, molto caratteristico e curato, che sta aperto tutto l’anno. Questo è il sito ufficiale: www.weihnachtsdorf.de

Leggende di Natale nel mondo: Finlandia

In Finlandia, oltre al classico albero di Natale, viene preparato all’esterno delle case un secondo alberello per gli uccellini. Si tratta, infatti, di un covone di grano legato ad un palo e addobbato con semi appetitosi. Anche in altri paesi c’è questo simpatico pensiero verso i piccoli volatili che riempiono con il loro cinguettio le ore della giornata; ad esempio in Germania, soprattutto nel sud, la gente sparge dei grano sul tetto delle case affinché anche gli uccellini possano far festa il giorno di Natale.
Queste sono quelle che mi hanno colpita di più! Se volete leggere le altre ecco i siti da cui ho preso spunto per questo post! ^^
E domani ci aspetta l’ultima puntata! Non mancate, mi raccomando! 😉 
Yvaine

Speciale Natale – Calendario dell’Avvento 18 dicembre

Buongiorno a tutti i miei lettori! ^^
Che felicità! Il freddo si è finalmente degnato di arrivare anche qui! *w* Fino ad ora c’è sempre stato molto vento con un sole caldissimo.. speriamo che il vento si calmi un po’, che il sole sparisca, ma che rimanga il freddo *-*
Quindi è con immensa gioia che vi presento questo diciottesimo appuntamento dello Speciale Natale, un’iniziativa che coinvolge sei blogger che, a turno, pubblicano ogni giorno un post dedicato al Natale per tenervi compagnia nell’attesa dei festeggiamenti! =)
Ricordiamo quindi le blogger e i rispettivi blog:

Rowan gestisce il blog Ombre Angeliche
Angelica gestisce il blog Angelica’s World
Kedi gestisce il blog Emozioni in Bianco e Nero
Sophie gestisce il blog Libri da favola
Stefi gestisce il blog Il giardino delle rose
E infine io.

Eccoci dunque giunti al mio post. Mi prolungo ancora sulla scia del mio primo post dello Speciale. Sono noiosa vero? u.u
Vi posso però assicurare che quel che vado non lo è affatto! 🙂
Oggi voglio proporvi un film da guardare il giorno di Natale, molto divertente e più profondo di quel che si potrebbe pensare.. Di cosa sto parlando? Ma naturalmente de “Il Grinch”! ^^
Vi lascio qualche citazione e un video che raccoglie le scene più divertenti del film.

Citazioni

In quel fiocco di neve che ti ha appena sfiorato, c’è tutto un mondo che ti verrà svelato.
Lassù in cima alle montagne, fra i picchi di Punta Bo vivono i piccoli Nonsochi della città di Chinonso. Se chiedi ai Nonsochi di certo ti diranno: “Natale a Chinonso si aspetta tutto l’anno. La finestra è gremita e la luce è colorata, e la banda marcia allegra in divisa da parata.” Pasqua è piena di sorprese, Carnevale è mascherato e a San Valentino si regala cioccolato, ma dalla punta del musino al dodicesimo mignoletto per i Nonsochi il Natale senza dubbio è perfetto!

Che faccia tosta quei Nonsochi, invitarmi laggiù con tanto poco preavviso. Perfino se volessi andare i miei impegni non me lo consentirebbero. Ore 6:00 Autocommiserazione. Ore 16:30 fissare il muro. Ore 17:00 risolvere la fame nel mondo e non dirlo a nessuno. 17:30 ginnastica. 18:30 a cena con me, questo non lo posso rimandare ancora. Ore 19:00 lottare contro il disprezzo per me stesso. L’agenda è piena, certo se sposto il l’autodisprezzo alle 21 ho ancora il tempo di fissare il muro e scivolare lentamente nella pazzia. Ma che vestito mi metto?

Qui trovate invece la mia recensione, se vi interessa ^^
Spero vi piaccia! 🙂

Un saluto dalla vostra Yvaine e.. non scordate domani di passare da Rowan, del blog Ombre Angeliche per la prossima puntata dello Speciale Natale! 😉

Yvaine




Speciale Natale – Calendario dell’Avvento 12 dicembre

Ed eccoci ritrovati con lo Speciale Natale!! ^^
Anche questo secondo giro si sta concludendo, ma per chi fosse incapato per la prima volta in questo post, rispieghiamo brevemente in cosa consiste. E’ una sorta di Calendario dell’Avvento che sei blogger propongono ai loro lettori per accompagnarli nell’attesa che giunga la vigilia di Natale, pubblicando a turno sui rispettivi blog un post che abbia come unico e solo argomento, per l’appunto, questa festività.
Prima di leggere il post vero e proprio ricordiamo le ragazze che con me partecipano a questa iniziativa! ^^

Rowan gestisce il blog Ombre Angeliche
Angelica gestisce il blog Angelica’s World
Kedi gestisce il blog Emozioni in Bianco e Nero
Sophie gestisce il blog Libri da favola
Stefi gestisce il blog Il giardino delle rose
E infine io.

Restando un po’ sulla scia del mio post del 6 dicembre, vorrei proporvi alcune canzoni che a me piacciono molto.
La prima che trovate qui di seguito trovo che abbia un ritmo molto allegro e coinvolgente, proprio come mi piacerebbe che fosse il mio Natale. ^^

Queste due invece sono più serie, ma comunque bellissime e stupende. Mi ricordano il Natale perchè ogni anno, alle elementari, l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze facevamo un piccolo concertino e queste sono due delle canzoni che ho cantato una di quelle sere insieme agli altri bambin..

Questa poi.. ogni volta che la sento mi emoziona sempre!!

Mi scuso per il post un po’ scarno, ma spero vi sia piaciuto lo stesso, almeno un pochino!!

Il prossimo post sarà pubblicato da Rowan del blog Ombre Angeliche! Mi raccomando, non mancate 😉

Yvaine